Una tastiera per domarli tutti: la prova della Logitech MX Keys Mini

Utilizzare un’unica tastiera per gestire un Mac, un iPad e anche un iPhone? È possibile grazie alle tastiere Bluetooth multi-profilo, ma non tutte raggiungono un livelli di prestazioni, design e compatibilità soddisfacente con il mondo Apple. Piccole idiosincrasie che rendono l’esperienza a tratti frustrante. Fanno eccezione pochi strumenti, tra i quali la nuova MX Keys Mini per Mac di Logitech, che abbiamo provato nelle scorse 3 settimane come tastiera alternativa per 3 apparecchi diversi: un Mac Mini M1, un iPad Pro 12.9 M1 e un iPhone 13 Pro Max.

Una tastiera serve solo a una cosa: scrivere. E questo è, in effetti, anche l’unica cosa che facciamo noi giornalisti: scrivere. Quindi, in queste settimane abbiamo usato esclusivamente la tastiera Logitech per pilotare i 3 dispositivi di uso quotidiano: un Mac Mini, un iPad Pro (cui è stata tolta la Magic Keyboard con tastiera e touchpad integrato, sostituita da un mini-stand di metallo) e un Phone 13 Pro Max. Un centinaio di articoli e mail e alcune decine di migliaia di parole dopo, ecco com’è andata e l’opinione che ci siamo fatti.

In breve

MX Keys Mini di Logitech è una tastiera dedicata ai prodotti Apple

Consente di connettere fino a 3 dispositivi memorizzati

È compatta, ma pesante: non è una tastiera da viaggio

Ottima batteria, carica con cavo Usb-C, pulsante di spegnimento incluso

I tasti sono precisi, robusti e comodi, meglio di quelli della tastiera Apple

Manca il lettore di impronta digitale per lo sblocco sicuro senza fili

Di qualità, ma costosa: circa 100 euro di listino

Com’è fatta la tastiera
La tastiera MX Mini di Logitech è la versione compatta della MX, con solo la parte centrale dei tasti e senza il satellite con tastierino numerico. In pratica, è l’equivalente della tastiera Bluetooth di Apple per i suoi computer, che si chiama Magic Keyboard. La nuova MX ha una dimensione del 65% rispetto alla sorella maggiore, ma ha una struttura molto robusta e pesante (circa 500 grammi), con un profilo più rialzato di quello della Magic Keyboard di Apple.

La versione italiana per apparecchi Apple prodotta da Logitech ha alcuni particolari che la distinguono sia dalle tastiere tradizionali per Pc sia da quelle per Mac del passato, ma leggermente diversa da quelle che si trovano sui moderni MacBook con processori M1. La tastiera è retroilluminato e ha una serie di tasti funzione che espongono i comandi per regolare la connessione con fino a tre differenti apparecchi Bluetooth, la retroilluminazione dei tasti, la funzione di ricerca, il volume, la riproduzione dei contenuti multimediali, l’accesso alle emoji, lo scatto di uno screenshot e la modalità Full Immersion, cioè Non Disturbare al posto del tasto di spegnimento del computer. L’unico problema è con quest’ultimo tasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.